LEVIdata 33 records found  Search took 0.02 seconds. 
1.
[FM-2020-030]

Decadente e progressista / Callisto Cosulich
Amadeus (VII, n. 64, marzo 1995).
In occasione dell'uscita del libro di Franco Mannino Visconti e la musica (Akademos & Lim, 1994, Lucca) Callisto Cosulich analizza la bibliografia dedicata a Luchino Visconti e il ruolo della musica nei suoi film. [...]
(critica musicale)
2.
[FM-2020-028]

Appassionato / Callisto Cosulich
Amadeus (n. 65, aprile 1995).
Il focus dell'articolo è il film del regista Bernard Rose Immortal Beloved (Amata immortale, 1994) basato sulla vita di Ludwig van Beethoven. [...]
(critica musicale)
3.
[FM-2020-027]

La voce transumana / Callisto Cosulich
Amadeus (VII, n. 62, gennaio 1993).
L'articolo è dedicato al film Farinelli – Voce regina (1994) del regista belga Gérard Corbiau, sulla vita del celebre cantante castrato settecentesco Carlo Broschi, in arte Farinelli [...]
(critica musicale)
4.
[FM-2020-026]

Il cinema incontra Rachmaninov / Callisto Cosulich
Amadeus (n. 46, settembre 1993).
L'articolo è dedicato al film Brief Encounter (Breve incontro, 1945) diretto da David Lean. [...]
(critica musicale)
5.
[FM-2020-025]

Schiava della musica / Callisto Cosulich
Amadeus (VI, n. 60, novembre 1994).
L’articolo analizza i film presentati alla 51° Mostra del cinema a Venezia, il più significativo dei quali sul piano musicale è Martha (1974,1994) di Rainer Werner Fassbinder. [...]
(critica musicale)
6.
[FM-2020-024]

I «quartetti» di Godard / Callisto Cosulich
Amadeus (V, 48, novembre 1993).
L’autore ricostruisce la presenza dei quartetti di Beethoven nei film di Jean-Luc Godard, premettendo che un nesso con la musica del compositore tedesco era presente ancor prima che Godard cominciasse il suo iter di regista [...]
(critica musicale)
7.
[FM-2020-023]

Note di contrasto / Callisto Cosulich
Amadeus (V, 43, giugno, 1993).
L’articolo descrive i film presentati al 43° Festival di Berlino, partendo dalla riflessione che il cinema dell’Est europeo dopo il crollo del comunismo rivela una tendenza al «film noir», dove l’accompagnamento musicale in molti casi funziona a contrasto con le immagini. [...]
(critica musicale)
8.
[FM-2020-022]

In duello con le immagini / Callisto Cosulich
Amadeus (V, 40, marzo, 1993).
Il focus dell'articolo è il film di Luis Buñuel Viridiana e l'uso del contrasto tra la musica e l'immagine, in particolare l'uso dell' Allelujah di Georg Friedrich Händel per accompagnare la scena dell’orgia dei mendicanti [...]
(critica musicale)
9.
[FM-2020-002]

Una lunga sequenza di «Pulzelle» / Callisto Cosulich
Amadeus (VI, 56, luglio 1994).
Callisto Cosulich propone una breve rassegna dei film legati alla figura di Giovanna D’ Arco [...]
(critica musicale)
10.
[FM-2020-000]

Affresco d'epoca / Jordi Savall
Amadeus (VI, 56, luglio 1994).
Il testo raccolto da François Lafon, pubblicato in Le Monde de la Musique,n. [...]
(critica musicale)
11.
[FM-2019-040]

Vedere la musica / Callisto Cosulich
Amadeus (III, 25, dicembre, 1991).
Nell'articolo l'autore analizza il ruolo che la musica svolge nei film presentati alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (48ª edizione). [...]
(critica musicale)
12.
[FM-2019-039]

Parsifal nei misteri di Chicago / Callisto Cosulich
Amadeus (n.55 VI/ Giugno, 1994).
Nell'articolo Parsifal nei misteri di Chicago l'autore indaga i motivi che hanno spinto il regista Pupi Avati a sceglere il preludio del Parsifal di Richard Wagner per il thriller L'amico d'infanzia (1994) [...]
(critica musicale)
13.
[FM-2019-038]

La strana coppia / Callisto Cosulich
Amadeus (Marzo, 1994, VI, 52).
L'articolo è dedicato alla collaborazione di Federico Fellini e Nino Rota. [...]
(critica musicale)
14.
[FM-2018-082]

Difficili Accordi / Callisto Cosulich
Amadeus (VII, 54, maggio 1994).
L'autore analizza il ruolo e la funzione dell'Acqua nel cinema e ne individua tre distinti tipi: un ruolo puramente decorativo, quello di contrasto con la situazione drammatica e in funzione della drammaturgia. [...]
(critica musicale)
15.
[FM-2018-081]

Il triangolo di Ravel / Callisto Cosulich
Amadeus (IV, 37, dicembre 1992).
L'autore analizza il film di Claude Sautet Un cuore in inverno e l'impiego della musica da camera di Maurice Ravel nella drammaturgia del racconto. [...]
(critica musicale)
16.
[FM-2018-080]

Autobiografia del desiderio / Callisto Cosulich
Amadeus (IV, 36, novembre 1992).
Il titolo dell'articolo «Autobiografia del desiderio» si spiega col fatto che l’indagine del critico Callisto Cosulich scopre l'affinità tra il regista Edgar Reitz con il suo personaggio Hermann, il protagonista del film Die zweite Heimat che abbandona il suo villaggio e si reca a Monaco di Baviera per dedicarsi alla sua passione: la musica. [...]
(critica musicale)
17.
[FM-2018-079]

Omaggio al barocco / Callisto Cosulich
Amadeus (IV, 29, aprile, 1992).
L'articolo percorre la cinebiografia del regista Alain Corneau. [...]
(critica musicale)
18.
[FM-2018-078]

Storie d'amore e d'anarchia / Callisto Cosulich
Amadeus (IV, 24, febbraio, 1992).
L'articolo è dedicato alla vita e all’opera del compositore francese Maurice Jaubert. [...]
(critica musicale)
19.
[FM-2018-077]

Auditorium Cannes / Callisto Cosulich
Amadeus (III, 21, agosto, 1991).
L'articolo è dedicato alla musica dei film presentati alla 44ª edizione del Festival di Cannes. [...]
(critica musicale)
20.
[FM-2018-076]

Incontri musicali del terzo tipo / Callisto Cosulich
Amadeus (III, 23, ottobre, 1991).
La doppia vita di Veronica di Krzysztof Kieślowski è - secondo l'autore - un film dove «la vicenda stessa usa la musica come elemento della propria drammaturgia». [...]
(critica musicale)
21.
[FM-2018-075]

Vite d'artisti tra musica e verità / Callisto Cosulich
Amadeus (III, 17, Aprile, 1991).
L'articolo è dedicato ai film dei registi francesi Jean-Marie Straub e Danièle Huillet, in particolare Cronaca di Anna Magdalena Bach (1968) e Mosè e Aronne (1974), che l'autore elogia per la loro accuratezza filologica. [...]
(critica musicale)
22.
[FM-2018-074 ]

I diritti di Mozart / Callisto Cosulich
Amadeus (III, 14, gennaio 1991).
La musica di Mozart ha un ampio utilizzo nel cinema dall’epoca del muto fino ad oggi. [...]
(critica musicale)
23.
[FM-2018-073 ]

Musica e guerra / Callisto Cosulich
Amadeus (III, 19, giugno1991).
L'idea centrale dell'articolo è che le partiture originali scritte per i film patriotici o militaristi non sono rimaste nella memoria, mentre «i film di guerra che si ricordano, sono in genere dei film contro la guerra e quasi sempre questi film utilizzano musica preesistente...», soprattutto le canzoni d'epoca. [...]
(critica musicale)
24.
[FM-2018-072 ]

Percorso d'artista: da Verdi a Mahler / Callisto Cosulich
Amadeus (II, 13, dicembre 1990).
Callisto Cosulich propone un’analisi delle citazioni operistiche nei film di Luchino Visconti e sottolinea la profonda conoscenza e padronanza del repertorio musicale da parte del regista milanese. [...]
(critica musicale)
25.
[FM-2018-071]

Due geni alla corte di un principe / Callisto Cosulich
Amadeus (Anno II, n12, Novembre, 1990).
In questo articolo elogiativo viene analizzata la musica di Sergej Prokof'ev scritta per il film Aleksandr Nevskij di Sergej Ėjzenštejn, che, secondo l'autore, «resta a tutt'oggi l'esempio insuperato di collaborazione tra regista e musicista nella creazione di un "film sonoro e parlato"... [...]
(critica musicale)
26.
[FM-2018-069]

Un fiore anomalo dalla serra di Hollywood / Callisto Cosulich
Amadeus (Anno II, 10, settembre 1990).
L'autore analizza il film di Max Reinhardt Il sogno di una notte di mezza estate e il ruolo del compositore delle omonime musiche di scena, Mendelssohn. [...]
(critica musicale)
27.
[FM-2018-068]

Ciaikovskij tra Eros, Thanatos e Kitsch / Callisto Cosulich
Amadeus (anno II, 9, agosto 1990).
Il soggetto dell'articolo sono i film che usano la biografia o/e la musica del compositore russo Pëtr Il'ič Čajkovskij. [...]
(critica musicale)
28.
[FM-2018-060]

La passione del Gigante per la fata Ofelia / Callisto Cosulich
Amadeus (Anno II, 8, luglio 1990).
L'autore analizza le implicazioni politiche del film «La Symphonie Fantastique» dedicato alla vita del compositore Hector Berlioz. [...]
(critica musicale)
29.
[FM-2018-056]

Nel duro confronto con Stalin Sciostakovič è sull'altalena / Callisto Cosulich
Amadeus (Anno II, 4, Marzo, 1990).
L'articolo è dedicato al film Testimony (1988) di Tony Palmer, tratto dalle memorie di Dmitrij Šostakovič trascritte da Solomon Volkov. [...]
(critica musicale)
30.
[FM-2018-052]

I palpiti cinematografici di mademoiselle Gauthier / Callisto Cosulich
Amadeus (Anno II, 6, maggio 1990).
Il sottotitolo Da Dumas a Verdi: la «Traviata» in pellicola, rispecchia il contenuto dell'articolo, una rassegna molto dettagliata dei film ispirati dalla vita e sorte de Alphonsine Plessis, più famosa come la protagonista Marguerire Gauthier del romanzo di Alexandre Dumas (figlio) La dame aux camélias. [...]
(critica musicale)
31.
[FM-2018-051]

Cinema «da camera» per un quartetto protagonista / Callisto Cosulich
Amadeus (anno II, 5, aprile 1990).
Nella prima parte dell'articolo Calisto Cosulich propone un breve sguardo panoramico sui primi film con i protagonisti musicisti. [...]
(critica musicale)
32.
[FM-2018-046]

E le note di Gustav Mahler diventano subito popolari / Callisto Cosulich
Amadeus (Anno II, 2, gennaio 1990).
L'articolo tratta dell'accompagnamento musicale per Morte a Venezia di Luchino Visconti. [...]
(critica musicale)
33.
[FM-2018-041]

Come la musica dell'Ottocento ha conquistato Hollywood / Callisto Cosulich
Amadeus (Anno I, 3, febbraio 1990).
L'autore nota con amarezza come l'asse determinante nello sviluppo del cinema statunitense Vienna - Berlino - Hollywood non fu altrettanto positivo nel caso della musica. [...]
(critica musicale)

Interested in being notified about new results for this query?
Set up a personal email alert or subscribe to the RSS feed.