LEVIdata 145 record trovati  inizioprecedente136 - 145  salta al record: La ricerca ha impiegato 0.01 secondi. 
136.
[FM-2017-054]

Il disegno animato non è per bambini / Pierre Billard
Cinema Nuovo (V, 85, 25 06 1956).
Nel delineare brevemente la storia delle tendenze principali del cinema di animazione, Billard crea la categoria “sperimentale” dove il capofila è MacLaren. [...]
(critica musicale)
137.
[FM-2018-080]

Autobiografia del desiderio / Callisto Cosulich
Amadeus (IV, 36, novembre 1992).
Il titolo dell'articolo «Autobiografia del desiderio» si spiega col fatto che l’indagine del critico Callisto Cosulich scopre l'affinità tra il regista Edgar Reitz con il suo personaggio Hermann, il protagonista del film Die zweite Heimat che abbandona il suo villaggio e si reca a Monaco di Baviera per dedicarsi alla sua passione: la musica. [...]
(critica musicale)
138.
[FM-2016-206]

L'immagine ha bisogno della musica / Siegfried Kracauer
Cinema Nuovo (anno VI, 104, 1/04/1957).
Kracauer tenta di tracciare il rapporto tra immagine e musica nella storia del cinema [...]
(critica musicale)
139.
[FM-2017-1000]

I cortometraggi – Il fiume della vita / Tom Granich
Cinema Nuovo (anno IV, 64, 10 08 1955).
Nel commentare il cortometraggio di Gattinara su Bosch pittore demoniaco, Granich giudica la musica di Vlad troppo carica e roboante. [...]
(critica musicale)
140.
[FM-2016-185]

Trieste e Trento / Italo Dragosei
Cinema Nuovo (anno III, 46, 10/11/1954).
L'autore dell'articolo ripropone la storia dei tentativi di applicare il suono o la musica all'immagine muta in un cinema di provincia nell'Italia meridionale [...]
(critica musicale)
141.
[FM-2018-078]

Storie d'amore e d'anarchia / Callisto Cosulich
Amadeus (IV, 24, febbraio, 1992).
L'articolo è dedicato alla vita e all’opera del compositore francese Maurice Jaubert. [...]
(critica musicale)
142.
[FM-2016-056]

Colonna sonora / G. Francesco Malipiero
La biennale di Venezia, rivista trimestrale dell'Ente della Biennale
Malipiero puntualizza la storia del commento musicale al film: inizialmente si trattava di ottenere una sottolineatura drammatica delle vicende raccontate sullo schermo e di tenere occupati almeno due sensi (vista e udito). [...]
(critica musicale)
143.
[FM-2016-264]

Negri e Nascimbene / Luigi Pestalozza
Cinema Nuovo (anno IX, 143 gen-feb 1960).
Dopo aver tracciato la storia della formazione di Negri con la sua particolare attenzione verso “l'opera da camera”, Pestalozza giudica la colonna sonora del film di Comencini come estranea al formulario della routine e dotata di eleganza [...]
(critica musicale)
144.
[FM-2016-372]

Musica al buio – Versione cinemusicale; F. Liszt: Rapsodia Ungherese n. 2 / Roberto Falciai
Cinematografo (25.12.1927, n. 22).
Altro racconto dal lessico colorito e poetico e dalle tinte lugubri, sinistre per le musiche di F. [...]
(critica musicale)
145.
[FM-2016-386]

La musica nel documentario / Roman Vlad
Bianco e nero (XI, n. 5-6, maggio-giugno 1950).
Secondo Vlad, la musica non rimanda a specifiche contingenze sentimentali, è priva di valori semantici definiti, non allude a determinati eventi o aspetti del mondo esterno. [...]
(critica musicale)