LEVIdata 29 records found  beginprevious21 - 29  jump to record: Search took 0.01 seconds. 
21.
[FM-2016-283]

Biblioteca. Ascolta, Mister Bilbo / Sergio De Santis
Cinema (VII, 145, 25/11/1954).
Recensione del libro di Tullio Kezich e Roberto Leydi Ascolta, Mister Bilbo, un’indagine sulla musica e le canzoni popolari americane di protesta sociale. [...]
(critica musicale)
22.
[FM-2018-046]

E le note di Gustav Mahler diventano subito popolari / Callisto Cosulich
Amadeus (Anno II, 2, gennaio 1990).
L'articolo tratta dell'accompagnamento musicale per Morte a Venezia di Luchino Visconti. [...]
(critica musicale)
23.
[FM-2016-195]

Canzoni di mezzo secolo / Guido Aristarco
Cinema Nuovo (anno II, 4, 1/02/1953).
In questa recensione Aristarco sottolinea il processo di rimozione culturale (o mimetizzazione) di periodi storici scomodi della storia italiana: "Canzoni di mezzo secolo" non è considerato soltanto un film commerciale, d'evasione, ma un tentativo di ripercorrere cinquant'anni della storia d'Italia attraverso le canzoni, trasformando interi periodi come la dittatura fascista in un evento marginale, evidenziandone gli aspetti ridicoli [...]
(critica musicale)
24.
[FM-2017-975]

Doppiaggio e canzoni / Alberto Brandi
Cinema Nuovo (anno IV, 54, 10/03/1955 ).
Nella rubrica “Lettere al direttore”, Alberto Brandi, assistente musicale al doppiaggio, risponde alle critiche dei quotidiani, elencando i criteri seguiti per il doppiaggio del film "Baciami Kate" [...]
(critica musicale)
25.
[FM-2016-059]

Le canzoni luminose / s.n.
L'Eco del Cinema - Organo dell'Industria e Commercio cinematografico
Il breve articolo informa il lettore di un esperimento musicale e fotografico messo in atto a Roma, al Cinema-Teatro Romano, a opera di O. [...]
(critica musicale)
26.
[FM-2016-233]

La musica dei giornali “Luce” / Mario Labroca
Bollettino dei musicisti (1934, II, nn. 1-2).
Ispirato da rivendicazioni di marca nazionalista e littoria, l’articolo di Labroca denuncia la larga ospitalità delle istituzioni musicali italiane nei confronti della musica straniera. [...]
(critica musicale)
27.
[FM-2017-978]

Petrassi e la pattuglia / Luigi Pestalozza
Cinema Nuovo (anno III, 41, 15/08/1954).
Nella rubrica “Lettere al direttore”, Pestalozza si sofferma ad analizzare la musica di Petrassi composta per la Pattuglia sperduta di Pietro Nelli, già recensita positivamente, ma in modo generico da Aristarco [...]
(critica musicale)
28.
musica a stampa
monografia
2605

Eleganti canzoni ed Arie italiane del secolo XVII Saggi antichi ed inediti della musica vocale italiana raccolti, annotati e trascritti per canto e pianoforte da L. Torchi secondo antichi manoscritti e edizioni primitive con basso continuo
[Eleganti canzoni ed arie antiche del secolo XVII -
Trascr. -
(non attribuita)]
I-Vlevi
Fondo Magrini
(volume)
I.479
29.
testo a stampa
monografia
FL-2018-405

Il pianto della Madonna e la visita delle Marie al sepolcro. Introduzione, testi e melodie del secolo XIV secondo una sconosciuta fonte di Venezia
Venezia,
Fondazione Ugo e Olga Levi - La Biennale di Venezia,
1994.
I-Vlevi
Produzione editoriale
(volume)
L 153

Abstract: Gli storici del teatro italiano hanno ripetutamente sottolineato che, nel corso dei secoli XIV-XV, la 'marca trevigiana' si è distinta per l'intensa attività creativa di forme drammatiche sia nell'ambito della produzione sacra che di quella profana. Verso l'anno 1400 la prima era ancora quasi tutta associata ai riti della liturgia e, di conseguenza, in latino: lo avevano già rivelato al mondo degli studiosi due significative edizioni, contenenti i drammi liturgici (ossia uffici - spesso poetici, sempre in musica - per le più importanti feste dell'anno) secondo la tradizione dei due più fecondi centri dell'Italia nord-orientale: Cividale del Friuli e Padova. L'inatteso incontro dell'autore con un manoscritto conservato nella biblioteca della chiesa veneziana di Santa Maria della Fava propone ora il problema in termini che sembrano confermare appieno la tesi secondo la quale, nell'area veneto-friulana, la drammaturgia sacra era ampiamente diffusa e praticata nel periodo fra Tre e Quattrocento. Il 'nuovo' codice trasmette, tra molti altri testi musicali, I'ufficio drammatizzato per la festa dell'Annunciazione, il pianto della Vergine dialogato e, per il mattino di Pasqua, il rito della visita al sepolcro delle tre Marie. II presente volume ospita, oltre al la descrizione dell'intero manoscritto, l'analisi del Planctus Mariae - preceduto dal frammento Flete, fideles - e della Visitatio sepulchri, nonché la trascrizione dei testi e delle melodie.

Copertina: Download fulltextJPG