LEVIdata 67 records found  1 - 10nextend  jump to record: Search took 0.02 seconds. 
1.
[FM-2018-042]

s. t. / s. n.
Rassegna dorica (1930, II, n. 2).
In questo breve trafiletto viene inserita la considerazione secondo cui un professore d’orchestra deve essere considerato, per una casa di produzione, come un impiegato
(critica musicale)
2.
[FM-2016-381]

Il parere del regista, del montatore e della critica / Mario Serandrei
Bianco e nero (XI, n. 5-6, maggio-giugno 1950).
Il compositore viene impiegato in fase finale di produzione per salvare come un medico le parti deboli o difettose del film; può anche succedere che ci si illuda di poter salvare il film. [...]
(critica musicale)
3.
[FM-2016-364]

I musicisti e la critica cinematografica / Achille Longo
Bianco e nero (XI, n. 5-6, maggio-giugno 1950).
Secondo Longo, il vero problema non consiste nel fatto che la critica cinematografica si occupi poco della musica impiegata nei film; piuttosto, che la musica sia in generale poco considerata dal regista e dal sistema produttivo del film. [...]
(critica musicale)
4.
[FM-2017-1076]

La gioia di Vassili e il dolore di Pudovkin / Guido Aristarco
Cinema Nuovo (anno II, 18, 1 09 1953).
Il film su Korsakov viene giudicato in base ai parametri del film biografico musicale, elaborati dalla redazione di Cinema Nuovo: la vita dell'artista deve essere inserita efficacemente nella vicenda sociale e storica della sua epoca e della sua nazione, ma questo non succede, anzi, da parte degli autori c'è persino una sopravvalutazione della personalità del musicista del gruppo dei Cinque. [...]
(critica musicale)
5.
[FM-2019-003]

L'origine di un conflitto / Sergej Michajlovič Ėjzenštejn
Cinema 60 (Agosto, 1960).
L’autore presenta la problematica dei rapporti che vengono a crearsi sulla base di una giustapposizione di ruoli all’interno della produzione di un film. [...]
(critica musicale)
6.
[FM-2022-024]

Uso creativo del suono / John Grierson
Bianco e nero (Aprile 1949, X, n. 9).
Nel contributo vengono passate in rassegna le nuove possibilità di impiego del sonoro all’interno del prodotto filmico. [...]
(critica musicale)
7.
[FM-2016-235]

Maggio Musicale Fiorentino. La Musica nel Film / [s. n.]
Bollettino dei musicisti (1935, II, nn. 11-12).
Come indicato all’inizio dell’articolo, si tratta di «una breve cronaca del Convegno di Firenze su la musica nel film, svoltosi nei giorni 28, 29 e 30 del maggio scorso» (1935), svoltosi nell’ambito delle manifestazioni del Secondo Maggio musicale fiorentino (1935). [...]
(critica musicale)
8.
[FM-2018-071]

Due geni alla corte di un principe / Callisto Cosulich
Amadeus (Anno II, n12, Novembre, 1990).
In questo articolo elogiativo viene analizzata la musica di Sergej Prokof'ev scritta per il film Aleksandr Nevskij di Sergej Ėjzenštejn, che, secondo l'autore, «resta a tutt'oggi l'esempio insuperato di collaborazione tra regista e musicista nella creazione di un "film sonoro e parlato"... [...]
(critica musicale)
9.
[FM-2021-032]

La musica e il film / Sebastiano Arturo Luciani
Bianco e nero (1937, n. 6).
Al centro di quest’articolo vi è il rapporto tra film e musica, una componente fondamentale del Cinema, sin dalle sue origini. [...]
(critica musicale)
10.
[FM-2016-107]

Frate Sole / s.n.
In Penombra (6.1918 (n. 1)).
Frate Sole, pellicola muta della Tespi Film, diretta da Mario Corsi ed accompagnata dal poema sacro per orchestra e coro di Luigi Mancinelli, viene qui presentato come massimo risultato nella cinematografia dell’epoca. [...]
(critica musicale)