LEVIdata 231 records found  1 - 10nextend  jump to record: Search took 0.01 seconds. 
1.
[FM-2017-1015]

Schede – I figli del secolo / ---
Cinema Nuovo (anno IV, 51, 25 01 1955).
In questa parodia del film gangster e delle commedie rosa, le canzoni di Dean Martin, la spalla di Lewis, vengono giudicate insopportabili, solo la comicità di Lewis salva il film..
(critica musicale)
2.
[FM-2016-192]

Il film musicale / Antonio Pellizzari
Cinema Nuovo (anno II, 17, 15/08/1953 ).
L'articolo tratta del film musicale partendo dall'invenzione del sonoro, considerato un passaggio irreversibile nella storia delle potenzialità espressive del cinema [...]
(critica musicale)
3.
[FM-2017-1003]

Schede – Più vivo che morto / ---
Cinema Nuovo (anno IV, 62, 10 07 1955 ).
Il remake del film di Wellmann “Nulla sul serio” è giudicato inferiore all'originale sotto vari aspetti, i numeri musicali della coppia Lewis-Martin sono considerati nella tradizione dei film interpretati dai due attori, mentre un numero di danza di Lewis con l'attrice Sheree North è ritenuto divertente..
(critica musicale)
4.
[FM-2017-1074]

Schede – Il cantante matto / VICE
Cinema Nuovo (anno II, 17, 15 08 1953 ).
L'articolo considera il film piuttosto convenzionale, stronca le esibizioni canore di Dean Martin, mentre osserva l'evoluzione positiva della comicità legata ai personaggi incarnati di volta in volta da Jerry Lewis, i cui numeri musicali sono di ottimo livello..
(critica musicale)
5.
[FM-2017-1080]

Schede – Il favoloso Andersen / VICE
Cinema Nuovo (anno II, 21, 15 10 1953).
Le canzoni del film, doppiate in italiano, vengono considerate insopportabili, il film nel complesso è giudicato ben poco riuscito..
(critica musicale)
6.
[FM-2016-248]

La musica nel film “western” e nella “horse opera” / Roberto Leydi
Cinema (III, 48, 1/11/1950).
L’articolo opera inizialmente una distinzione tra film western e horse opera: il primo è connotato da accenti epici e da ricordi assunti dalla storia, mentre il secondo – dedicato al solo pubblico americano e quindi non visibile in Europa – ha un aspetto più standardizzato, si basa su una serie di elementi che rimangono invariati ed è fulcrato sulla figura dell’attore. [...]
(critica musicale)
7.
[FM-2017-959]

Schede – Tu sei il mio destino / ---
Cinema Nuovo (anno V, 76, 10 02 1956).
Il film di Douglas è un rifacimento in forma di musical di un film del 1938 di M [...]
(critica musicale)
8.
[FM-2017-1181]

Due film e Stalin / Raymond Borde
Cinema Nuovo (anno VIII, 137, gen. - feb. 1959).
Nel recensire il film di Ejzenstejn, Borde sottolinea la sua impostazione fortemente teatrale non solo nell'organizzazione dello spazio, nelle pose assunte dai personaggi-simbolo, ma anche nella composizione del sonoro, che ricorda il teatro d'opera con monologhi cantati sostenuti dal coro, pause di recitazione, silenzio e poi l'esplosione della musica..
(critica musicale)
9.
[FM-2017-1237]

Schede – Les girls / ---
Cinema Nuovo (anno VII, 130, 1 05 1958 ).
Le canzoni di Porter per il film sono considerate migliori di quelle scritte per il film "La bella di Mosca" [...]
(critica musicale)
10.
[FM-2018-002]

I produttori adotteranno un solo sistema di film sonoro / s.n.
Cinematografo (23.6.1929, n. 13).
Breve intervento di cronaca riportante l’adozione da parte delle diverse Case di produzione (Fox, MGM, Pathè ed Universal) di un sistema unico per la riproduzione di film sonori. [...]
(critica musicale)