LEVIdata 10 records found  Search took 0.01 seconds. 
1.
[FM-2016-321]

Il melodramma. Troilo e Cressida / Luigi Pestalozza
Cinema Nuovo (anno V, 75, 25/01/1956).
Nella prima parte del saggio Pestalozza, criticando l'operato di Walton per i film shakespeariani di Olivier, tratteggia le qualità del musicista professionalmente sensibile soprattutto alle esigenze produttive del cinema [...]
(critica musicale)
2.
[FM-2016-320]

Il melodramma. Il bidone / Luigi Pestalozza
Cinema Nuovo (anno IV, 70, 10/11/1955).
Pestalozza identifica Rota come un musicista di mestiere capace di ottemperare alle esigenze narrative di un regista [...]
(critica musicale)
3.
[FM-2016-200]

Colonna sonora. William Walton / Luigi Pestalozza
Cinema Nuovo (anno V, 97, 31/12/1956).
Pestalozza individua nell'opera di Walton la capacità di ottenere attraverso la musica una serie di connotazioni utili ai personaggi, all'ambiente, ai fatti delle pellicole di Olivier ricavate da Shakespeare [...]
(critica musicale)
4.
[FM-2016-203]

Colonna sonora / Luigi Pestalozza
Cinema Nuovo (anno IV, 100, 15/02/1957).
L'articolo è una recensione al film di Lang e alla sua musica: Pestalozza ripercorre le formule compositive musicali più stereotipate dei film giudiziari e le ritrova tutte nell'"Alibi era perfetto". [...]
(critica musicale)
5.
[FM-2016-210]

Colonna sonora / Luigi Pestalozza
Cinema Nuovo (anno VI, 106, 1/05/1957).
Secondo Pestalozza, in "Quella certa età" il regista francese relega volutamente la musica a sottolineatura sentimentale della vicenda, alla maniera della canzone della musica leggera [...]
(critica musicale)
6.
[FM-2016-178]

Il melodramma. Tramonto dei Ricordi / Luigi Pestalozza
Cinema Nuovo (anno IV, 53, 25/02/1955).
Dopo aver indicato alcune incoerenze nelle biografie dei musicisti italiani protagonisti del film, Pestalozza critica la sequela di brani d'opera che invadono il film lasciando ben poco spazio allo sviluppo coerente dei personaggi di una precisa epoca storica dell'Italia in formazione [...]
(critica musicale)
7.
[FM-2016-204]

Il capo azienda della colonna sonora / Luigi Pestalozza
Cinema Nuovo (anno VI, 101-102, 1/03/1957).
Pestalozza rivisita la storia del fonofilm da una prospettiva particolare: in Europa l'introduzione del sonoro portò al tentativo di trasporre la musica colta in pellicola, come dimostra il genere dei film-opera e l'impegno di Sostakovic, Petrassi, Milhaud e altri [...]
(critica musicale)
8.
[FM-2016-221]

Colonna sonora / Luigi Pestalozza
Cinema Nuovo (anno VI, 118, 15/11/1957).
Pestalozza rivede le sue conclusioni sul film "Un re a New York" di Chaplin: la musica fa da sfondo alle vicende e non tratteggia criticamente il rapporto tra il re esule e la società americana [...]
(critica musicale)
9.
[FM-2016-261]

Luchino Visconti e il melodramma / Luigi Pestalozza
Cinema Nuovo (anno VIII, 137, gen-feb 1959, p. ).
Il saggio tratta le regie di Visconti nel teatro lirico: gli allestimenti del regista, considerato un innovatore nel campo cinematografico e del teatro di prosa, si preoccupano di ricondurre l'opera alle sue specifiche strutture teatrali e musicali. [...]
(critica musicale)
10.
[FM-2016-324]

Il melodramma. Il David di Milhaud non trova il suo popolo / Luigi Pestalozza
Cinema Nuovo (anno IV, 52, 1/02/1955).
Nel recensire la messa in scena di quest'opera lirica, Pestalozza sottolinea come Milhaud si sia servito di principi estetici di derivazione cinematografica che però non appartengono al teatro lirico: bisogna evitare la musica illustrativa [...]
(critica musicale)