LEVIdata 7 records found  Search took 0.01 seconds. 
1.
[FM-2016-270]

Honegger si incontra con Gance in una locomotiva del 1922 / Luigi Pestalozza
Cinema (IV, 58, 15/3/1951).
L’articolo indaga i rapporti tra il compositore svizzero Arthur Honegger e il cinema a partire dalle musiche per La roue di Gance. [...]
(critica musicale)
2.
[FM-2016-353]

Arthur Honegger e il cinema / Ermanno Comuzio
Cinema (VIII, 157, 25/12/1955).
All’indomani della scomparsa di Arthur Honegger, Ermanno Comuzio ripercorre i rapporti che hanno legato il compositore svizzero al cinema, a partire dalla collaborazione con Abel Gance per La roue, fino all’avvento del cinema sonoro. [...]
(critica musicale)
3.
[FM-2016-318]

La musica. Honegger / Luigi Pestalozza
Cinema Nuovo (anno IV, 72, 10/12/1955).
Pestalozza giudica in poche righe l'attività di musicista per il cinema di Honegger [...]
(critica musicale)
4.
testo a stampa
monografia
FL-2018-687

Arthur Honegger. L'homme et son oeuvre
Paris,
Seghers,
c1966;
187 p.
I-Vlevi
Fondo Piamonte
(volume)
BIO 447
5.
spoglio
16328

Arthur Honegger, un mosaico tra progresso e conservazione. Cent'anni fa nasceva uno dei padri del Novecento francese
In: Il Giornale della Musica. Mensile di informazione e cultura musicale, Marzo Anno VIII n.70, 3.
I-Vlevi
Fondo Periodici
(rivista)
PER 96
6.
[FM-2016-092]

Teorica futurista e film d’avanguardia / Guido Aristarco
La biennale di Venezia, rivista trimestrale dell'Ente della Biennale (anno IX, n. 36-37, luglio-dicembre 1959).
Nel delineare i rapporti tra i movimenti artistici di primo Novecento e il cinema, Aristarco nota che in alcuni registi (Dulac) prevale nettamente l’intenzione di dissolvere le forme espressive tradizionali e le forme consolidate della comunicazione a favore di un flusso di immagini paragonabile ad una sinfonia (“musica degli occhi”) basata sull’associazione libera, sul pensiero automatico di matrice surrealista che rifiuta qualsiasi congiuntura razionale. [...]
(critica musicale)
7.
[FM-2020-028]

Appassionato / Callisto Cosulich
Amadeus (n. 65, aprile 1995).
Il focus dell'articolo è il film del regista Bernard Rose Immortal Beloved (Amata immortale, 1994) basato sulla vita di Ludwig van Beethoven. [...]
(critica musicale)