LEVIdata 8 records found  Search took 0.01 seconds. 
1.
spoglio
26122

Il pianto di Pietro: fortuna del tema e strategie drammaturgiche tra gli oratori viennesi e la 4Passione» metastasiana
In: Musica e Storia, 2001, 157-175.
I-Vlevi
Fondo Periodici
(rivista)
PER 137
2.
spoglio
14398

Festival sacro con oratorî. Bolzano e Trento: il tema 1988
In: Il Giornale della Musica. Mensile di informazione e cultura musicale, Maggio, Anno IV n.28, 7.
I-Vlevi
Fondo Periodici
(rivista)
PER 96
3.
spoglio
26400

Strategie compositive. Analogie tra composizione poetica e musicale
In: Studi e documentazioni, XX,40, 53-61.
I-Vlevi
Fondo Periodici
(rivista)
PER 59
4.
spoglio
FL-2018-295

Dalla corte agli impresari. Giovanni Battista Tamburini: strategie di carriera di un contralto tra Sei e Settecento
In: Musica e storia, XVII/2, p. 293-352.
I-Vlevi
Fondo Periodici
(rivista)
PER 137
5.
testo a stampa
monografia
FL-2018-405

Il pianto della Madonna e la visita delle Marie al sepolcro. Introduzione, testi e melodie del secolo XIV secondo una sconosciuta fonte di Venezia
Venezia,
Fondazione Ugo e Olga Levi - La Biennale di Venezia,
1994.
I-Vlevi
Produzione editoriale
(volume)
L 153

Abstract: Gli storici del teatro italiano hanno ripetutamente sottolineato che, nel corso dei secoli XIV-XV, la 'marca trevigiana' si è distinta per l'intensa attività creativa di forme drammatiche sia nell'ambito della produzione sacra che di quella profana. Verso l'anno 1400 la prima era ancora quasi tutta associata ai riti della liturgia e, di conseguenza, in latino: lo avevano già rivelato al mondo degli studiosi due significative edizioni, contenenti i drammi liturgici (ossia uffici - spesso poetici, sempre in musica - per le più importanti feste dell'anno) secondo la tradizione dei due più fecondi centri dell'Italia nord-orientale: Cividale del Friuli e Padova. L'inatteso incontro dell'autore con un manoscritto conservato nella biblioteca della chiesa veneziana di Santa Maria della Fava propone ora il problema in termini che sembrano confermare appieno la tesi secondo la quale, nell'area veneto-friulana, la drammaturgia sacra era ampiamente diffusa e praticata nel periodo fra Tre e Quattrocento. Il 'nuovo' codice trasmette, tra molti altri testi musicali, I'ufficio drammatizzato per la festa dell'Annunciazione, il pianto della Vergine dialogato e, per il mattino di Pasqua, il rito della visita al sepolcro delle tre Marie. II presente volume ospita, oltre al la descrizione dell'intero manoscritto, l'analisi del Planctus Mariae - preceduto dal frammento Flete, fideles - e della Visitatio sepulchri, nonché la trascrizione dei testi e delle melodie.

Copertina: Download fulltextJPG

6.
spoglio
FL-2018-210

Il "cantus obscurior" e la mente bicamerale. Strategie di ascolto del canto liturgico nella didattica per gli adulti
In: Musica e storia, XIV/3, p. 563-578.
Numero monografico - Tavola rotonda I - Musica medievale e rinascimentale. Alleluia "Dies santificatus" (in Nativitate Domini, ad missam in die)
I-Vlevi
Fondo Periodici
(rivista)
PER 137
7.
spoglio
26124

Fortuna e modelli compositivi della «Passione» tra Jommelli, Paisiello e Morlacchi
In: Musica e Storia, 2001, 199-224.
I-Vlevi
Fondo Periodici
(rivista)
PER 137
8.
[FM-2016-248]

La musica nel film “western” e nella “horse opera” / Roberto Leydi
Cinema (III, 48, 1/11/1950).
L’articolo opera inizialmente una distinzione tra film western e horse opera: il primo è connotato da accenti epici e da ricordi assunti dalla storia, mentre il secondo – dedicato al solo pubblico americano e quindi non visibile in Europa – ha un aspetto più standardizzato, si basa su una serie di elementi che rimangono invariati ed è fulcrato sulla figura dell’attore. [...]
(critica musicale)