Dati articolo

[FM-2022-030]
Autore Enzo Masetti
Titolo Il realismo musicale nel film
Rivista Bianco e nero, (Marzo 1950, XI, n. 3)
Roma, Centro Sperimentale di Cinematografia
32 - 35.


Abstract L’autore illustra i molteplici modi in cui è possibile riprodurre nel cinema il «vero musicale», ovvero ricreare situazioni realistiche legate all’emissione del suono attraverso il semplice inserimento di fonti concrete (dalla radio alla banda militare) che emettono musiche. Queste ultime non sono necessariamente composte ad hoc; al contrario, molto spesso vengono attinte a repertori di ogni epoca e luogo secondo le necessità della sceneggiatura, anche al fine di creare un effetto contrastante o «assolutamente irreale» tra musica e contesto in cui essa è impiegata. Proprio per la loro natura (ballabili, canzoni popolari di un determinato periodo storico, marce), il compositore responsabile del commento sonoro di un film rinuncia alla composizione di simili brani, che richiederebbe la sua ‘immedesimazione’ in uno stile altrui, e demanda la scelta delle musiche al solo regista: egli si limita a scrivere la musica «di fondo [o] di commento» determinando però un commento sonoro ibrido e stilisticamente eterogeneo. [Angela Carone]


Esempi musicali No
Riferimenti a dischi No
Riferimenti a edizioni musicali No


Persone correlate

NomeCognomeRuolo
Aleksandr Vasil’evič MosolovCompositore
Federico il GrandeMosolovSovrano


Film correlati

Titolo italianoTitolo originaleAnnoRegistaAutore musiche


Musiche correlate

Titolo italianoTitolo originaleCompositore
Fonderia d’acciaio Aleksandr Vasil’evič Mosolov
Sagra della primavera Igor Stravinskij
La preghiera di una vergine Tekla Badarzweska


Riferimenti esterni

Risorse correlate (n.d.)
Edizioni critiche (n.d.)


 Record created 2022-07-10, last modified 2022-09-04



Rate this document:

Rate this document:
1
2
3
 
(Not yet reviewed)