Dati articolo

[FM-2017-049]
[articolo]
Autore g. s.
Titolo Il film sonoro
Rivista Cinematografo, (28.4.1929, n. 9)
Roma, Alberto Stock
4 - 4.


Abstract L’intervista a Fritz Curioni, direttore generale della Metro Goldwyn Mayer in Italia, chiarisce gli sviluppi del sonoro e le novità intrinseche a livello commerciale. Dal punto di vista meramente economico i primi brevetti sonori ebbero un costo di 50.000.000 di dollari circa, investimento che portò all’affermazione globale del nuovo genere cinematografico. In seguito le possibilità finanziare oltreoceano hanno permesso e stanno altresì permettendo un ulteriore sviluppo tecnico. La produzione della MGM, esemplifica Curioni, è sostanzialmente divisa in tre categorie: film sonori (sincronizzazione audiovisiva di suoni e rumori); film musicali (sinc. di musica e canto); film parlante (sincr. della parola), per un totale annuo di 383 produzioni tra pellicole mute e sonore. Dal punto di vista tecnico le Case produttrici di film sonori, si avvalgono dei macchinari della Western Electric di New York, nello specifico del Movietone (effetti sonori registrati sul margine della pellicola)e del Vitaphone (stesso principio applicato al grammofono).


Esempi musicali No
Riferimenti a dischi No
Riferimenti a edizioni musicali No


Persone correlate

NomeCognomeRuolo
FritzCurionidirettore generale M


Film correlati

Titolo italianoTitolo originaleAnnoRegistaAutore musiche
/////


Musiche correlate

Titolo italianoTitolo originaleCompositore
///


Riferimenti esterni

Risorse correlate IMDd
Edizioni critiche
  • /


  •  Record creato 2017-03-01, modificato l'ultima volta il 2019-03-27



    Vota questo documento:

    Rate this document:
    1
    2
    3
     
    (Non ancora recensito)