Dati articolo

[FM-2017-044]
[articolo]
Autore Roberto Falciai
Titolo Musica al buio – Aborti in anticamera
Rivista Cinematografo, (18.11.1928, n. 23)
Roma, Alberto Stock
11 - 11.


Abstract La rubrica Musica al buio si dedica alla nascita del sonoro con scetticismo, malizia e un tocco di presunzione. Secondo Falciai il sonoro avrebbe vita breve in quanto antiestetico e tendente ad un approccio teatrale del cinematografo: i dialoghi parlati significherebbero un procedimento estetico a ritroso, volendo far assomigliare il cinematografo al teatro, appunto, mentre quest’ultime risultano due arti ben distinte. In seguito Falciai si dedica a problematiche generali di recitazione ed all’impossibilità di trasformazione degli artisti muti in attori drammatici parlanti. Infine, con ironici paragoni, denigra il sonoro a cinema uso teatro (cit.), mentre non nasconde dubbi e perplessità sulla lingua corrente del neonato cinema sonoro. Con ogni probabilità l’intervento presenta presunzione eccessiva: Falciai non desidera soltanto criticare e riflettere sull’inefficacia della novità, bensì denigrare e beffarsi del sonoro, considerandolo un aborto artistico della cinematografia e adatto alle masse stolte, prive di senso estetico.


Esempi musicali No
Riferimenti a dischi No
Riferimenti a edizioni musicali No


Persone correlate

NomeCognomeRuolo
DoloresDel Riomusi


Film correlati

Titolo italianoTitolo originaleAnnoRegistaAutore musiche
/////


Musiche correlate

Titolo italianoTitolo originaleCompositore
///


Riferimenti esterni

Risorse correlate IMDd
Edizioni critiche
  • /


  •  Record created 2017-03-01, last modified 2019-03-27



    Rate this document:

    Rate this document:
    1
    2
    3
     
    (Not yet reviewed)